Home » Scheda » Autorizzazione unica ambientale AUA

Autorizzazione unica ambientale AUA

Approvate con DGRT n. 1332 del 3.12.2018 le linee guida per l'applicazione delle procedure in materia di Autorizzazione Unica Ambientale (art.23 D.P.G.R. 13/R-2017) e Tariffario AUA, che sostituiscono l'Allegato A della D.G.R. 1227/2015 e la check list dei controlli. Reso disponibile il tariffario approvato in corrispondenza dei quadri "Oneri" degli endoprocedimenti AMB 10.1, AMB 10.2 e AMB 10.3. L'allegato C contiene l'elenco delle verifiche formali SUAP a pena di Improcediblità dell'istanza. La delibera e allegati reperibile nella sezione Normativa di riferimento

Che cos'è

Con il D.P.R. 59 del 13/06/2013 è stata introdotta l’Autorizzazione Unica Ambientale (AUA), in sostituzione dei seguenti atti di comunicazione, notifica e autorizzazione in materia ambientale:

  • Autorizzazione agli scarichi in pubblica fognatura (capo II del Titolo IV della sezione II della Parte terza del Decreto Legislativo 152 del 03/04/2006);
  • Comunicazione preventiva per l’utilizzazione agronomica degli effluenti di allevamento, delle acque di vegetazione dei frantoi oleari e delle acque reflue provenienti dalle aziende ivi previste (articolo 112 del Decreto Legislativo 152 del 03/04/2006);
  • Autorizzazione alle emissioni in atmosfera per gli stabilimenti (articolo 269 del Decreto Legislativo 152 del 03/04/2006);
  • Autorizzazione generale (articolo 272 del del Decreto Legislativo 152 del 03/04/2006);
  • Comunicazione o nulla osta impatto acustico (art. 8, comma 4 o comma 6, della legge 447 del 26/10/1995);
  • Autorizzazione all’utilizzo dei fanghi derivanti dal processo di depurazione in agricoltura (art. 9 del Decreto Legislativo 99 del 27/01/1992);
  • Comunicazioni in materia di rifiuti di cui agli articoli 215 e 216 del Decreto Legislativo 152 del 03/04/2006.

È fatta salva la possibilità per i gestori degli impianti di non ricorrere all’AUA in caso di attività soggette solo a comunicazione o ad autorizzazione generale, ferma restando la presentazione della comunicazione o dell’istanza al SUAP.


Requisiti

A chi è rivolto

Le piccole e medie imprese ed i gestori degli impianti non soggetti alla disciplina dell’AIA (Autorizzazione Integrata Ambientale).


Come si ottiene

Termini, scadenze, modalità di presentazione della domanda

La domanda deve pervenire al SUAP in modalità on line utilizzando esclusivamente il Sistema Telematico di Accettazione Regionale (STAR), che già propone l’apposita modulistica approvata con decreto dirigenziale n. 17460 del 06/11/2018, con il quale il settore regionale competente ha provveduto ad aggiornare la modulistica AUA e quella di autorizzazione generale alle emissioni in atmosfera e ad implementare la stessa con i modelli utilizzabili per le volture e per la variazione di AUA a fronte di cambio di ragione sociale / denominazione dell’intestatario della stessa  (individuare l’attività specifica selezionandola dalla lista di categorie proposte e scegliere “adempimenti tecnici”).

In dettaglio:

  • AMB 5.1 –  Autorizzazione generale alle emissioni in atmosfera
  • AMB 5.2 – Comunicazione di cambio di titolarità ai fini della voltura di autorizzazione di carattere generale alle emissioni in atmosfera ex art. 272, comma 2, Dlgs 152/2006 smi (SE NON IN AUA)
  • AMB 10.1 – AUA
  • AMB 10.2 – Comunicazione di cambio di titolarità ai fini di voltura
  • AMB 10.3 – Comunicazione di variazione di denominazione o di regione sociale ai fini AUA

 

Il modulo per l’endoprocedimento AUA necessario viene proposto da STAR, come nell’esempio visualizzato che segue:

E’ sempre necessario scaricare il modulo AUA, compilarlo in ogni sua parte, firmarlo digitalmente e ri-caricarlo in STAR come sopra evidenziato.

La mancata allegazione del modulo AUA corretto, compilato e firmato digitalmente equivale a presentare al SUAP una pratica improcedibile.

La richiesta di AUA deve avvenire in occasione della scadenza del primo titolo abilitativo da essa sostituito.

L’AUA ha durata pari a 15 anni , ai sensi dell’art. 3, comma 6, del D.P.R. 59/2013, a decorrere dalla data di rilascio del provvedimento del SUAP. Il rinnovo deve essere richiesto dal gestore alla Regione, tramite il SUAP, almeno 6 mesi prima della scadenza, secondo quanto previsto dall’art. 5 del D.P.R. 59/2013.

Documenti da presentare

  • Domanda di Autorizzazione Unica Ambientale (in “Altre informazioni utili“);
  • Marca da bollo pari all’imposta vigente;
  • Tutti i documenti richiesti dalle norme di settore in relazione ai vari provvedimenti che il soggetto richiede, come specificato  nella modulistica regionale contenuta in STAR;
  • Attestazione del pagamento dei Diritti di segreteria SUAP a favore dell’Unione dei Comuni Val di Bisenzio (consulta “Costi e modalità di pagamento“);

Tempi e iter della pratica

La conclusione del procedimento deve avvenire:

  • entro 90 giorni dalla presentazione della domanda, nel caso in cui i procedimenti per il rilascio dei titoli abilitativi sostituiti abbiano durata pari o inferiore ai 90 giorni
  • entro 120 giorni, qualora l’AUA sostituisca titoli con durata del procedimento superiore a 90 giorni.

 

VERIFICA DI CORRETTEZZA FORMALE DELL’ISTANZA AUA A CURA DEL SUAP

Delibera_n.1332_del_03-12-2018-Allegato-C

Costi e modalità di pagamento

A favore del SUAP:

Gli importi dei diritti di segreteria e di istruttoria (consultabili nella sezione “Modulistica Varia e Diritti SUAP”) devono essere pagati con una delle seguenti modalità:

  • versamento su c/c postale n. 26712505 intestato all’Unione dei Comuni Val di Bisenzio-Diritti Segreteria SUAP. Nella causale indicare il tipo di pratica a cui si riferisce (es. scia avvio vicinato alimentare, ecc.);

oppure

  • bonifico su c/c bancario IBAN IT14W 03069 38155 100000046004, Banca Intesa San Paolo Spa – filiale di Vernio, intestato all’Unione dei Comuni della Val di Bisenzio. Nella causale indicare il tipo di pratica a cui si riferisce (es. scia avvio vicinato alimentare, ecc.)

Copia della ricevuta dell’avvenuto pagamento delle somme dei diritti dovrà essere necessariamente allegata all’atto di trasmissione telematica delle pratiche.

Per i diritti in favore di altri enti, se previsti, fare riferimento ai siti istituzionali degli stessi.

Copia della ricevuta dell’avvenuto pagamento delle somme dei diritti dovrà essere necessariamente allegata all’atto di trasmissione telematica delle pratiche.


Note

Segnalazioni e precisazioni

Normativa di riferimento:


Responsabile

Responsabile del Procedimento

Dott.ssa Rita Gualtieri

Email: r.gualtieri@comune.vaiano.po.it

Telefono: 0574 931230


Allegati e documenti

Indirizzi operativi acustica AUA

Modulistica

Domanda AUA – modello 30/08/2017 


Altre informazioni utili

 

VERIFICA DI CORRETTEZZA FORMALE DELL’ISTANZA AUA A CURA DEL SUAP

Delibera_n.1332_del_03-12-2018-Allegato-C

 


Dove andare

IL SUAP SI TROVA PRESSO LA SEDE DELLA UNIONE DEI COMUNI DELLA VAL DI BISENZIO – VIA BISENZIO 351 – 59024 MERCATALE DI VERNIO (PO)

ORARIO DI APERTURA AL PUBBLICO: 

  • LUNEDÌ – DALLE ORE 9.00 ALLE ORE 12.30
  • GIOVEDÌ – DALLE ORE 9.00 ALLE ORE 12.30

LO SPORTELLO POTRÀ ESSERE CONTATTATO TELEFONICAMENTE AI NR. 0574 931239 – 0574 931230 ESCLUSIVAMENTE NEGLI ORARI DI APERTURA AL PUBBLICO

Per esigenze particolari si potranno concordare specifici appuntamenti con il personale, telefonando ai seguenti numeri 0574/931239 – 931230 (negli orari di apertura al pubblico) o contattando l’Ufficio al seguente indirizzo email: attivitaproduttive@bisenzio.it


Nuova Pratica